SharePoint Online e PDF

Sabato mattina, piove e sto ultimando la mia presentazione per l’evento di martedì 30 organizzato da Green Team sulla SharePoint Governance. Prima di cominciare do un occhiata ai miei feed RSS e cosa ti trovo? Un post che rimanda al blog del team di Office 365 che annuncia un prossimo aggiornamento per SharePoint Online.

In realtà il post originale è di Settembre e, da quanto si legge, l’aggiornamento dovrebbe essere già completato, o quasi. L’update in questione riguarda uno dei punti dolenti per gli utenti finali di SharePoint Online, cioè l’impossibilità di aprire nel browser file PDF senza ricorrere a procedure tipo macumba o all’inserimento di script per forzare un comportamento pressoché standard.

Nei prossimi giorni questo comportamento sarà corretto e tutti gli utenti potranno finalmente aprire i PDF nel browser (a patto di aver installato Adobe Reader). Tuttavia leggendo i commenti al post mi sembra che questa operazione non sia così semplice come dovrebbe essere, o almeno non per tutti, vi consiglio quindi di leggere attentamente anche quelli.

Questo update riguarda inoltre la gestione dei file MP4 salvati all’interno di document library in SharePoint Online, per i quali ne è stata migliorata la riproduzione, introducendo una sorta di streaming progressivo.

A partire da questo indirizzo http://community.office365.com/en-us/wikis/office_365_service_updates/default.aspx potrete trovare l’elenco aggiornato di tutti i gli update rilasciati e previsti per Office 365.

– Riccardo

ps. Ah, dimenticavo. Avete sentito? SharePoint e Office 2013 sono stati rilasciati in RTM, f@#k yeah!

Annunci

Office 365 & Project Collaboration

Che YouTube fosse una risorsa, e non un semplice sito, mi era chiaro già da un po’. Ciò nonostante sono sempre positivamente sorpreso quando mi imbatto in canali come MSFTProject. Non saprei dire se si tratti o meno di una risorsa “ufficiale” Microsoft, non sembra, ma la cosa interessante è il suo contenuto interamente dedicato a Microsoft Project.

Segnalo questi due video (in inglese), il primo più generico, presenta una panoramica sulle funzionalità di SharePoint Online in Office 365, mentre il secondo è specifico sull’integrazione di Microsoft Project 2010 con SharePoint Online.

Buona visione
-Riccardo


SharePointCommunity ed eventi Green Team

Mi sento un po’ come un giornalista di ritorno da una trasferta di Champions :). Sto scrivendo direttamente dal treno, di ritorno da Roma, dove questa mattina insieme a Claudio, Igor, Roberto e Michele di AvePoint, e senza dimenticare Roberto D’Angelo di Microsoft, abbiamo tenuto la seconda tappa dell’evento, organizzato da Green Team, Destinazione Office 365.

Io ho avuto il piacere (si, mi piace farlo, mi diverto – adesso) di parlare con Claudio della personalizzazione di SharePoint Online, dei molti punti di contatto con le farm “on-premise” e delle differenze da tenere in considerazione. Sempre insieme a Claudio abbiamo inoltre parlato di Nintex Live e più in generale dei prodotti Nintex.

Tra l’altro, entrambi gli eventi sono stati un ottima occasione per “festeggiare” l’uscita del nuovo libro di Igor e Claudio su Office 365, a cui ho avuto l’onore di dare il mio piccolo contributo (esperienza elettrizzante!).

Per chi fosse interessato, tra qualche giorno pubblicheremo le slide e al 90% anche le registrazioni della data milanese dell’evento, sul sito di SharePointCommunity.it.

A proposito di SharePointCommunity.it segnalo che nelle scorse settimane sono stati pubblicati due miei nuovi articoli:

Mentre scrivevo il primo, quello sul cestino di SharePoint 2010, ho avuto un dubbio sul metodo GetRecycleBinStatistics (mi sa che dovete leggere l’articolo per capire meglio di cosa parlo), mi sembrava strano che questo metodo fosse limitato al cestino di primo livello. Ho fatto così una verifica – per pura accademia, don’t try this at home! – aprendo una sessione di trace con SQL Profiler e spulciando un pò di stored procedure e funzioni.

Dal profiler risulta che alla chiamata di questo metodo viene eseguita la stored procedure proc_getAdminRecycleBinInfo, passando come parametro solo il SiteID. La stored procedure a sua volta fa riferimento alla funzione TVF_RecycleBin_SiteBin passando come parametro (“hard-coded”) relativo al livello del cestino (BinID) 1.

Ho fatto una controprova. Ho eseguito il metodo GetRecycleBinItems che permette di specificare su quale livello del cestino agire. Effettivamente la differenza tra la query effettuata su FirstStageRecycleBin e SecondStageRecycleBin è il valore di filtro sulla colonna BinID che passa da 1 a 2. Inutile ai fini pratici, ma interessante.

Che dire… vi invito ovviamente a leggere i due articoli, scaricare slide e video e, se ne avete voglia, farmi avere i vostri commenti.

Ci vediamo sul prossimo palco
– Riccardo