Provare SharePoint 2013

Mi fa impressione pensare al fatto che sia già passata una settimana dalla fine dell’edizione 2013 della SharePoint & Office Conference. Sarà perché dopo un periodo così inteso sono tornato al lavoro “ordinario” con una strana sensazione di stordimento del tipo “E adesso cosa succede?”.

Cooomunque… La mia impressione sulla conferenza è stata molto positiva, sono davvero molto soddisfatto sia come speaker che come partecipante. In questi tre giorni infatti, oltre che parlare di Powershell 3 e SharePoint 2013, New SharePoint 2013 Search Features e (ahimè) Workflow con SharePoint Designer 2013, ho avuto modo di seguire qualche sessione, purtroppo non tutte quelle che avrei voluto. Ho trovato notevoli quelle di Carmelo Ferrara (SharePoint: Capacity Planning and Performance Improvements), Spencer Harbar (Rational Guide to SharePoint Server 2013 User Profile Synchronization), Brian Alderman (Optimizing SQL Server for SharePoint) e Luca Bandinelli (SharePoint 2013 new Search Architecture).

Ma veniamo al punto. Durante i coffee break più di un partecipante alla conferenza mi ha chiesto se fosse possibile “provare” SharePoint senza doverlo installare “in casa”. Di seguito riporto un elenco, sicuramente non esaustivo, di alcuni servizi che offrono questa possibilità.

  • Office365 penso non abbia bisogno di presentazioni. E’ possibile registrarsi per provare il “prodotto” gratuitamente per 30 giorni (Office365 Enterprise E3 Trial). L’ambiente  è configurato e funzionante in pochi minuti;
  • CloudShare è un servizio online che mette a disposizione una, o più, macchine virtuali SharePoint (2007, 2010 e 2013) già configurate. A questo indirizzo trovate l’elenco di tutte le VM che potrete scegliere (non solo SharePoint): http://www.cloudshare.com/products/proplus/availablemachines. Anche in questo caso c’è una trial gratuita di 14 giorni. Non ho mai provato questo servizio, al contrario di Office365 :);
  • SharePointPower.com è un servizio che mette a disposizione un tenant SharePoint 2013 (site collection “illimitate”, massimo 1 GB di storage e 10 utenti, enterprise feature, 20 lingue disponibili) per studiare le funzionalità del prodotto. Sicuramente è una soluzione molto interessante, anche per il fatto che sembra essere totalmente gratuito. A questo indirizzo trovate qualche informazione aggiuntiva: http://thuansoldier.net/?p=2915. Come per il caso precedente non l’ho ancora provato personalmente;
  • 2010 Information Worker Demonstration and Evaluation Virtual Machine (SP1). Già da qualche anno Microsoft permette di scaricare una virtual machine (Hyper-V) di valutazione del prodotto. L’ambiente SharePoint, 2010 in questo caso, è già configurato, compreso Office Web Applications e FAST Search for SharePoint 2010. E’ inoltre possibile scaricare dalla stessa pagina una serie di pacchetti contenenti dati di esempio per tutte le funzionalità da testare. In molte occasioni queste VMs mi sono tornate molto comode. Purtroppo non ho trovato e non sono a conoscenza dell’esistenza delle stesse macchine virtuali con SharePoint 2013. A differenza di tutti gli altri servizi queste VM richiedono dell’hardware su cui girare.

Enjoy your test 🙂
– Riccardo

Annunci

SharePoint Online e PDF

Sabato mattina, piove e sto ultimando la mia presentazione per l’evento di martedì 30 organizzato da Green Team sulla SharePoint Governance. Prima di cominciare do un occhiata ai miei feed RSS e cosa ti trovo? Un post che rimanda al blog del team di Office 365 che annuncia un prossimo aggiornamento per SharePoint Online.

In realtà il post originale è di Settembre e, da quanto si legge, l’aggiornamento dovrebbe essere già completato, o quasi. L’update in questione riguarda uno dei punti dolenti per gli utenti finali di SharePoint Online, cioè l’impossibilità di aprire nel browser file PDF senza ricorrere a procedure tipo macumba o all’inserimento di script per forzare un comportamento pressoché standard.

Nei prossimi giorni questo comportamento sarà corretto e tutti gli utenti potranno finalmente aprire i PDF nel browser (a patto di aver installato Adobe Reader). Tuttavia leggendo i commenti al post mi sembra che questa operazione non sia così semplice come dovrebbe essere, o almeno non per tutti, vi consiglio quindi di leggere attentamente anche quelli.

Questo update riguarda inoltre la gestione dei file MP4 salvati all’interno di document library in SharePoint Online, per i quali ne è stata migliorata la riproduzione, introducendo una sorta di streaming progressivo.

A partire da questo indirizzo http://community.office365.com/en-us/wikis/office_365_service_updates/default.aspx potrete trovare l’elenco aggiornato di tutti i gli update rilasciati e previsti per Office 365.

– Riccardo

ps. Ah, dimenticavo. Avete sentito? SharePoint e Office 2013 sono stati rilasciati in RTM, f@#k yeah!


Office 365 & Project Collaboration

Che YouTube fosse una risorsa, e non un semplice sito, mi era chiaro già da un po’. Ciò nonostante sono sempre positivamente sorpreso quando mi imbatto in canali come MSFTProject. Non saprei dire se si tratti o meno di una risorsa “ufficiale” Microsoft, non sembra, ma la cosa interessante è il suo contenuto interamente dedicato a Microsoft Project.

Segnalo questi due video (in inglese), il primo più generico, presenta una panoramica sulle funzionalità di SharePoint Online in Office 365, mentre il secondo è specifico sull’integrazione di Microsoft Project 2010 con SharePoint Online.

Buona visione
-Riccardo